Scuola, il piano di Renzi

Posted by M.F. on 03-09-14  •  Comments (0)  • 

Scuola, il piano di Renzi

Dopo settimane di attesa finalmente Renzi svela  le linee generali della riforma della scuola. Sarà avviata una fase di ascolto che durerà un paio di mesi,poi il governo farà le sue scelte. Ecco le novità:

Supplenze:
un team stabile di docenti  coprirà cattedre vacanti, tempo pieno e supplenze, in modo da assicurare la continuità didattica.

Concorsi:
è previsto un nuovo concorso per 40mila abilitati che verranno assunti tra il 2016 e il 2019 per sostituire gli insegnanti che nello stesso periodo andranno in pensione.
Scatti in base al merito:
ogni 3 anni 2 docenti su 3 avranno in busta paga 60 euro netti al mese in più "grazie a una carriera che premierà qualità del lavoro in classe.
La valutazione delle scuole e i nuovo presidi-manager:
la valutazione delle scuole partirà da quest’ anno scolastico. Il dirigente scolastico  potrà utilizzare il Registro nazionale dei docenti per "chiamare" nella propria scuola gli insegnanti che "più rispondono alle esigenze del piano di miglioramento della scuola".

Sostegno:  
attraverso una nuova formazione universitaria, sarà  riqualificato la figura del sostegno.

Scuole aperte:   
le scuole diventeranno poli civici di riferimento per i quartieri in collaborazione con gli enti locali e le associazioni del terzo settore, ma sempre con attività da inserire nel Piano dell'offerta formativa dell'istituto, sarà possibile organizzare attività per tutti - alunni, genitori e semplici cittadini - fino a sera.
 
IL PDF  del documento del Governo